01.jpg02.jpg03.jpg04.jpg05.jpg

GALLERIA - FONDACO


FONDACO
è una società di servizi e una galleria-studio per l’arte contemporanea.

È nata nel 2004, a Roma, nel quartiere Monti, per iniziativa di due architetti romani, Francesca Marino e Flora Ricordy.

Propone, promuove e organizza mostre e allestimenti di arte contemporanea, in galleria e in altri spazi, privati e istituzionali, in sinergia con critici, curatori e storici dell’arte;

Vende opere d’arte - scultura, pittura, fotografia - Espone e vende in spazi selezionati, gallerie e negozi, non solo romani;

Offre consulenza ad architetti e interior designer nell’allestimento permanente e temporaneo di arte;

Affianca clienti e collezionisti nella conoscenza, nella scelta e nella collocazione delle opere d’arte;

Progetta e realizza ristrutturazioni d’interni e allestimenti museali, con l’inserimento di arte contemporanea;

Collabora con società e istituzioni nella realizzazione di prodotti editoriali e gadget legati all’arte contemporanea.

La galleria di via degli Zingari, che ha chiuso alla fine del 2015, ha ospitato negli ultimi 11 anni tra le tre e le cinque mostre l’anno, perlopiù personali, occasionalmente collettive. Per il resto dell’anno è stata un negozio d’arte, uno studio-galleria nel centro di Roma dove le opere degli artisti di Fondaco si sono alternate in esposizione. Lo spazio si è riempito di opere, smettendo i panni inibitori della galleria d’arte e consentendo alla gente di avvicinarsi con disinvoltura, in maniera più informale, per farsi illustrare i lavori degli artisti, entrare in contatto con l’arte e anche comprare arte per i propri spazi - i luoghi dove vive e lavora – e dove architetti, arredatori, interior designer hanno collaborato per arredare con l’arte.

Con questo spirito Fondaco, da diversi anni, allestisce le personali e le collettive anche in altri spazi selezionati non solo romani attraverso la collaborazione ormai consolidata con gallerie e negozi di vario genere; come Materia, in corso Vittorio Emanuele II 191 a Roma o lo spazio arte del Caffè Vanni, o ancora Babette in via Margutta, sempre a Roma; o la galleria OrizzontiArte contemporanea in Puglia, a Ostuni o la galleria Illepre a Piacenza e a Bobbio.

Allestire l’arte contemporanea all’interno di selezionati ‘negozi’ di Roma e di Italia è un altro modo per avvicinare un pubblico sempre più ampio all’arte. Spazi storici come il Caffè Vanni in Prati o comunque culturalmente di prestigio come Babette in via Margutta, possono cominciare a vantare delle personali collezioni private grazie agli allestimenti realizzati insieme a Fondaco che hanno avvicinato loro ma soprattutto tanto nuovo pubblico all’arte, che tutti i giorni ha modo di vivere questi posti circondato da opere d’arte contemporanea.

Tutte le opere sono accompagnate dai certificati di autenticità, da testi critici scritti da storici dell’arte, critici, curatori in occasione delle mostre: dagli esordi Fondaco ha presentato artisti emergenti che poi hanno avuto riconoscimenti e acquisizioni in importanti collezioni private e istituzionali come Jolanda Spagno per la recente acquisizione della Collezione d’Arte Contemporanea della Farnesina, in galleria con due personali nel 2012 e nel 2014. E poi gli artisti già affermati nel loro paese di origine, come l’olandese Gerdine Duijsens, che già 11 anni fa Fondaco ha portato in Italia (3 le mostre personali realizzate a Roma in galleria e 1 in Puglia, diversi gli allestimenti in altri spazi) vendendo le sue straordinarie e uniche opere, ma anche mettendo la sua creatività al servizio della comunicazione aziendale di importanti società come ad esempio Lottomatica.

Ampio spazio è dato alle grafiche d’arte - ai multipli d'arte - sia quelli di artisti molto giovani e emergenti come Francesco Bancheri e Maria angeles Vila, che quelle di maestri dell’arte moderna e contemporanea come Enrico Castellani, ma anche Piero Guccione, Mario Ceroli … un modo che consente di comprare eccezionali opere a prezzi accessibili.
E anche Mojmir Jezek, l’artista che da 20 anni illustra con i suoi cuori la rubrica della Natalia Aspesi sul Venerdì della Repubblica, di cui, anche in seguito alle sue mostre Batticuori presentate sia in spazi istituzionali che privati, Fondaco distribuisce le serigrafie e i gadget dei suoi Cuori nei principali bookshop museali Mondadori Electa e in importanti librerie.

Restando nel campo della riproducibilità dell’opera c’è tutto il settore della fotografia, anche con la partecipazione a numerose edizioni di FotoGrafia Festival Internazionale di Roma con fotografi come Luca Donnini, Stefano Cioffi, Stefano David, e ancora Dino Ignani, Stefano Baroni.


 
Nelle pagine del sito www.fondaco.eu sono riportati i prezzi, al netto dell'iva, di alcune delle opere degli artisti del circuito. Vi preghiamo di tenere presente che questi prezzi vogliono dare un'idea del valore delle opere, possono essere soggetti a variazioni e non sono sempre aggiornati.