01.jpg02.jpg03.jpg04.jpg05.jpg

Enrico Bertorotta



  • <em>Repetita iuvant</em>, calcare, varie misure - da € 30,00
  • <em>Bodhisatwa</em>, calcare varie misure, maschi e femmine - da € 30,00
  • <em>Il racconto del serpente / La lingua salvata</em>, calcare marino cm 16x32 - € 240,00
  • <em>Il centro della meditazione / La lingua salvata</em>, calcare cm 14x17 - € 120,00
  • <em>Esercizi per l'apertura della mente / La lingua salvata</em>, calcare cm    - € 320,00
  • <em>La lingua salvata</em>, calcare, cm 19x37 - € 370,00
  • <em>Maschera</em>, calcare cm 13x11.5 - € 140,00
  • <em>I bodhisatwa che emergono dalla terra</em>, calcare cm 30x10 - € 90,00
  • <em>Gita in barca</em>, calcare, legno, acrilico cm 36x35 - € 170,00
  • <em>Ulisse e la sirena</em>, calcare, legno, acrilico cm 36x38 - collezione privata
  • <em>Il cavallo di Troia</em>, calcare, legno, acrilico cm 55x37 - € 360,00
  • <em>Il 47 rosso</em>, calcare, legno, acrilico cm 41x11 - € 220,00

ENRICO BERTOROTTA
Scultore e pittore

Enrico Bertorotta è un artista romano, antropologo, ama cimentarsi nelle diverse tecniche artistiche spaziando dalla grafica alla pittura a olio, alla scultura in legno, a quella su pietra o in terracotta.
Il suo eclettismo nel campo delle tecniche nasce dalla curiosità per ogni forma di creazione - sia essa un dipinto o un oggetto - e, cosa non secondaria, dal divertimento che mette nella realizzazione delle sue opere e che cerca di trasferirvi. Vissuto da sempre in un ambiente in cui respirava l’arte - i suoi genitori erano proprietari di una nota galleria romana - ha assorbito una sensibilità che lo ha portato presto a ricercare nelle varie forme di espressione una strada personale e, pur assorbendo gli stimoli delle varie scuole e tendenze, ha lasciato il suo estro libero di creare frutti originali.
Ha vissuto a lungo in Africa per motivi di lavoro acquisendo una notevole sensibilità, specialmente per quanto riguarda le sculture, verso una Forma che si avvicina all’archetipo, quasi un simbolo, una rappresentazione dell’idea.
Le sue sculture in legno, coloratissime, confinano con i giochi: draghi, circhi, pesci e uccellini sembrano fare l’occhiolino ad un mondo dei piccoli che molti adulti hanno dimenticato.
Le sue incisioni sulla pietra richiamano ad opere primitive attraverso segni essenziali e semplici.
Tra le sue attività nel campo dell’arte si segnala anche quella di scenografo.
Attualmente vive e continua la sua ricerca a Bracciano, vicino Roma.